MANDOLINO

Diplomata in violino con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Musica “Francesco Morlacchi” di Perugia sotto la guida del M° Paolo Franceschini, del M° Francesco Pepicelli (musica da camera), e del M° Paola Bucan (Quartetto e repertorio del Novecento). Si è poi perfezionata con i Maestri Massimo Marin, Cristiano Rossi, Felix Ayo, Jean-Pierre Wallez e Giulio Franzetti.
Giovanissima si è esibita come solista nel repertorio Barocco a Roma (Chiostro del Bramante), Perugia (Sala dei Notari), a Foligno nell’ambito del Festival “Segni Barocchi” e a Perugia per la “Sagra Musicale Umbra”.

Come solista è stata interprete, inoltre, di musiche di compositori viventi tra cui la “Ghirlanda” (dedicata a Sophia Gubaidulina) di Boris Porena eseguita con Paola Bucan alla Sala Casella a Roma per l”Accademia Filarmonica Romana” e a Viterbo per il “Gruppo di Ricerca e Sperimentazione musicale”, ed ha partecipato al Convegno dell’INTERNATIONAL ALLIANCE FOR WOMEN IN MUSIC tenutosi a Londra (edizione 1999).
Ha frequentato il corso di alto perfezionamento per professori d’orchestra di SALUZZO (Torino) e del TEATRO ALLA SCALA (Milano) suonando in numerosi teatri d’Italia sotto la direzione di Lu Ja, Isaac Karabcevskij, Yuri Temircanov, Riccardo Muti.

Ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica di Perugia e dell’Umbria, con la Camerata del Titano della Repubblica di San Marino, con l’orchestra da camera l’”Orfeo” di Spoleto (con la quale ha anche una intensa attività discografica), l’”Accademia Hermans”, la Cappella Musicale di Gubbio, con l’orchestra del Tuscia Opera Festival, l’Orchestra della “Cappella Musicale della Patriarcale Basilica di San Francesco di Assisi, l’ orchestra dell’ Europa Unita (Albano), il Collegium Tiberinum e Accademia Harmonica.

Attualmente si esibisce come solista al violino e mandolino (che ha studiato sotto la guida del M° Dorina Frati) in musiche di diverso genere e stile, alternando alla austera filologia del repertorio della musica Antica europea, una ricerca e incursione continua nei repertori culturali etnici legati ai due strumenti quali la musica napoletana Ottocentesca, la musica gitana e quella celtica.

E’ laureata in Scienze Politiche con una tesi in sociologia sull’orchestra.